Le nuove frontiere del design per i sex toys

I sex toys non sono più quelli di una volta, il design ne ha rimodellato i contorni, rendendoli oggetti funzionali, belli e da indossare

La metamorfosi dei sex toys nel tempo

Dal primo dildo ritrovato in Germania e risalente al 29.000 a.C. di tempo ne è passato e così di manufatti più o meno riconducibili al sesso. In questi secoli si è visto un po’ di tutto: giocattoli in pelle, legno, pietra, vetro, metallo per poi passare agli improbabili sex toy in gomma o materiali plastici non ben individuati (e tossici) fino ad arrivare ai più contemporanei (e sicuri) giocattoli in silicone.

Nel mentre, due elementi si sono aggiunti: il design e la tecnologia. Ci troviamo, oggi, di fronte a oggetti che non sono solo disegnati, pensati e progettati per il piacere ma sono ideati come prodotti di design, belli da vedere e, perché no, da esporre senza vergogna in casa. In alcuni casi sfido, chi non è un esperto del settore, a riconoscerli.

Love the Bird del designer Marc Dibeh è una lampada. La particolarità è nel piccolo vibratore rosso (quello con l’uccellino) che quando è inserito accende la lampada mentre, quando viene disinserito per essere utilizzato, cambia il colore della luce da giallo a rosso per creare atmosfera.

La lampada della foto è la dimostrazione di come il mondo del design possa interessarsi ai sex toy e di come, per certi versi, trasformi un oggetto che un tempo veniva nascosto a un prodotto da esibire.

Gli anni 60 e 70 con falli e vagine esposte in locali oscurati all’esterno e con una clientela prettamente etero e cisgender sono decisamente superati (soprattutto all’estero, in Italia è ancora difficile trovare negozi simili al mio, aperti colorati e con prodotti esclusivamente di design); oggi la tendenza è un’altra: prodotti per il benessere, si parla ormai di wellness e non più di “industria per adulti”, con una clientela molto variegata e trasversale (per età, orientamento e genere).

Un anno importante è il 2003 quando viene fondata Lelo, brand svedese, che è quello che più di tutti ha fatto del design e della ricerca il suo punto di forza. Si definiscono “la Ferrari dei sex toys” e danno vita a oggetti belli, potenti, dalle vibrazioni profonde che sono un piacere da toccare e condividere. Eric Kalén, uno dei fondatori, ha disegnato uno dei primi giocattoli, Lily, che esiste ancora oggi aggiornato, ormai, alla sua terza edizione.

I brand più noti, soprattutto con i giocattoli che hanno ottenuto un ottimo riscontro dalla clientela, tendono a migliorare costantemente i loro prodotti, anche in base ai feedback dell’utenza o degli operatori del settore. Non è quindi inusuale trovare sex toy, ormai divenuti iconici, alla loro seconda o terza versione.

Nuove tendenze di design

Il design è in continua evoluzione, brand noti e start up puntano ormai l’attenzione su un design colorato, funzionale e il più possibile adattabile a tutti i corpi. Tutto ciò che riguarda la sessualità femminile, o comunque di chi ha una vagina, ha subito un’accelerazione negli ultimi venti anni. Ideare, disegnare, sviluppare e produrre un giocattolo richiede, spesso, un team con diverse professionalità da quelle ingegneristiche a quelle mediche. Insomma, i falli rosa dalle forme più o meno naturali restano ormai legati a un immaginario più eteronormato che a quello che è la realtà oggi.

Lelo, Tenga, Crave, Fun Factory, Svakom sono state più volte premiate con il Red Dot Design Award una competizione internazionale che si svolge ogni anno e che premia i prodotti in base a tre differenti categorie: Product Design, Brands & Communication Design e Design Concept.

Crave, in particolare, è famosa per la sua collana gioiello. Il brand, fondato da Ti Chang, ha vinto nel 2015 il premio nella categoria vibratori con la seguente motivazione

Vesper affascina grazie alla sua creativa combinazione di giocattolo erotico e gioiello. Il design minimalista e l’uso dell’acciaio inossidabile ne aumentano ulteriormente il fascino e l’alta qualità

Reddot

Una collana da indossare in qualsiasi occasione che aggiunge un tocco di personalità ed eleganza e che può essere utilizzata per stimolare la clitoride, i capezzoli o le zone erogene per amplificare il piacere. Oggi Crave è disponibile nella versione aggiornata con tre nuovi colori e potenza.

Bello, elegante e potente.

Vesper 2 è un gioiello/giocattolo adatto a tutti.

Non sottovalutarne la potenza; sembra piccolo e delicato ma non lo è…

Scopri tutti i modelli on line

Un altro marchio che colleziona premi e che ha rivoluzionato il concetto di masturbatore con il suo design elegante e, a tratti avveniristico, è Tenga, famoso ai più per i suoi colorati ovetti.

Giocattoli erotici da esporre nelle proprie abitazioni come, ad esempio i 3D Tenga che, appena aperto il negozio in quel di Garbatella a Roma, venivano scambiati per candele decorative (li avevo in vetrina).

Non è da sottovalutare, da un punto di vista culturale, questa “invasione” dei giocattoli erotici nel mondo del design: significa superare stigma e tabù e normalizzare il concetto del piacere, che può essere esibito, pensato e agito senza vergogna.

Il piacere è benessere fisico e mentale, questo non dovremmo dimenticarlo mai.

Per non perderti nessuna novità sui sex toys di design, resta collegato: iscriviti alla newsletter e ottiene il 10% di sconto sul primo acquisto e seguici su Instagram!

Ti piace? Condividilo!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *