Stimolazione prostata: come fare in sicurezza

Sono curios*: vorrei provare la stimolazione della prostata ma ho paura; come fare, come cominciare, da sol*, con un sex toy o in coppia? Tante le domande, proviamo a rispondere

Cosa significa stimolare la prostata?

Stimolare la prostata è teoricamente molto semplice: significa toccarla direttamente tramite una pressione (che può variare in intensità e modalità) o indirettamente massaggiando il perineo (quella parte compresa fra l’ano e i testicoli).

La prostata è una ghiandola della grandezza di una noce posizionata fra i 7,5 e i 10 cm dall’inizio del canale anale. Si trova dietro il pene nella parte più profonda, subito sotto la vescica. Produce un liquido che durante l’eiaculazione protegge gli spermatozoi dalle sostanze acide presenti nella vagina.

Tutte le persone nate con la prostata, quindi, possono stimolarla e ottenere piacere.

Per altre info più generali ti consiglio di leggere l’articolo Stimolazione della prostata: ecco tutti i benefici.

Come fare la stimolazione della prostata 

Insomma, come cominciare? Ecco qui poche, semplici regoline:

  • Eccitazione e relax sono ottimi alleati, quindi non dimenticate di giocare con il partner per ottenere l’atmosfera giusta
  • Curate l’igiene personale. Insomma, è tassativo per ogni occasione ma ricordate che sempre con il retto avete a che fare e che qualcosina potrebbe macchiarvi (ma fa parte del gioco, no?). Le dita e le unghie devono essere pulite e, queste ultime, corte per evitare di ferire o fare male al partner
  • Procuratevi un ottimo lubrificante anale: al silicone o all’acqua se pensate di usare un sex toy (o anche solo per usare il dito). L’ano non si lubrifica da sé quindi dimenticate quello che avete visto nei porno…
  • Usate tanto lubrificante quanto basta per vivere serenamente il momento e ricordatevi che il dolore non è mai normale. Il corpo ci sta comunicando qualcosa, quindi fermatevi e prendetevi tutto il tempo che vi occorre
  • Massaggiate il perineo (quella parte compresa fra testicoli e ano)
  • Stimolate pene e testicoli
  • Leccate l’ano (rimming) o massaggiatelo. In questo caso possono venire in aiuto degli ottimi lubrificanti aromatizzati. Non dimenticate, nel caso del rimming, di proteggervi dalle malattie sessualmente trasmissibili: usate i dispositivi di protezione adatti come il dental dam.

Non amo molto le istruzioni: penso sia importante dare alcune indicazioni, anche solo per stimolare la fantasia, per il resto ci sono solo due regole fondamentali: consenso e rispetto. Nel caso specifico, però, i primi tre punti mi sembrano essenziali; per il resto cercate di dare spazio alla parola, alle sensazioni, alla fantasia, al reciproco ascolto. Insomma, questi sono solo degli spunti!

Comunque, quando l’eccitazione è arrivata al punto giusto e siete pronti, usate un dito (il polpastrello) per insinuarvi nell’ano risalendo piano piano dal lato dell’ombelico; a un certo punto sentirete una piccola noce (ecco la prostata). Siate delicati e lenti, parlate con il/la partner per capire quali movimenti sono più graditi e quali no. Una volta arrivati alla prostata, toccatela delicatamente, massaggiatela con movimenti che possono variare: il dito si muove avanti e indietro come se si stesse invitando qualcuno ad avvicinarsi o picchiettate sulla prostata. Oppure, provate a fare (sempre con il dito) dei movimenti circolari, in senso orario o antiorario o in entrambe le direzioni; premete la prostata e poi rilasciatela. Cambiate il movimento ma quando capirete che è quello giusto per avere l’orgasmo non modificatelo. Regolate intensità e velocità con il vostr* partner, ascoltate il suo corpo, i fremiti, le emozioni. Parlate, la comunicazione può essere utile non solo per assestare il tiro ma può anche essere un modo per eccitarsi reciprocamente.

Potete usare dei sex toy, vibranti o non vibranti. Ricordatevi che devono essere appositamente progettati per l’ano (quindi non improvvisate con ciò che avete in casa, non è una buona idea, il rischio nei casi più estremi è di finire al pronto soccorso). Nel caso usiate dei giocattoli erotici ricordatevi che l’unico lubrificante consigliato è quello all’acqua.

Nello specifico devono avere una base svasata per evitare che si perdano…

Se volete cominciare con un giocattolo che non vibra, potete iniziare con un piccolo plug che è pensato sia per chi ha la vagina e sia per chi ha la prostata: Bootie small di Fun Factory. Morbido e piacevole al tatto è uno dei più acquistati in negozio.

Bootie – Fun Factory

Se invece ne volete uno vibrante, un altro ottimo prodotto è Iker di Svakom. Elegante e morbido ha sulla punta una pallina che pulsa e, grazie al suo design, stimola contemporaneamente prostata e perineo. Si gestisce sia manualmente che tramite applicazione, insomma è adatto all’amore a distanza.

Iker – Svakom

Ogni giocattolo ha modalità e funzioni diverse in base ai marchi; prima di comprarne uno pensiamo a cosa vogliamo, cosa ci piace. Ogni corpo reagisce differentemente, insomma il consiglio degli amici vale ma fino a un certo punto. Siamo tutt* diversi e soprattutto non siamo robot che si azionano con un pulsante.

E quando vi sentirete pronti, potrete sempre lanciarvi senza timori nella scoperta del pegging. In questo caso cercate uno strap-on e un dildo adatto alla penetrazione anale. In genere in negozio il più acquistato è Amor dildo di Fun Factory.

In ogni caso, non è una gara, che si usi un dito, un plug o un dildo il fine è sempre quello di stare bene, di provare piacere, da sol* o in compagnia.

Ancora dubbi sulla stimolazione della prostata?

È più che normale: se ti va, scrivimi per un consiglio oppure visita la sezione completa del sito.

Ti piace? Condividilo!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *